Urges in trasferta alle Floralies Internationales France per l’anteprima di Euroflora 2025

da | News

A meno di un anno dall’inaugurazione del progetto firmato da Urges, Euroflora si svela al pubblico sul palcoscenico internazionale delle Floralies Internationales France. Un modo per celebrare il proprio gemellaggio con la storica manifestazione francese, ma anche una vetrina d’eccezione per presentare in anteprima un elemento chiave del proprio progetto.

 

Tante novità per questa edizione

La tredicesima edizione delle Floralies è caratterizzata da alcune novità che la differenziano da tutte le precedenti. La prima grande novità è rappresentata dalla sede: per la prima volta nella sua storia la fiera si trasferisce dalla città di Nantes – dov’era organizzata dal 1956 – al Logis de la Chabotterie, un’ampia tenuta agricola nel dipartimento della Vandea. Come affermato da Frédéric Fourrier, presidente della commissione Floralies, si tratta di “Un sito maestoso che possiede un certo numero di qualità. Con una superficie di 48 ettari, si trova nel cuore di un ambiente naturale pur essendo di facile accesso, a metà strada tra Nantes e La Roche-sur-Yon.”

In omaggio ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, è stato scelto

come tema generale di questa edizione quello dei Jeux de fleurs ossia dei “Giochi di fiori”. La scenografia dell’evento è stata, perciò pensata attorno a cinque spazi: giochi d’acqua, giochi dell’infanzia, giochi mentali, giochi con le piante e giochi di forza. Su 35 dei 48 ettari della tenuta si potranno scoprire tra le 100 e le 120 esposizioni realizzate da partner francesi e internazionali.

Nei dieci giorni di apertura, dal 17 al 26 maggio 2024, sono attesi oltre 200.000 visitatori.

 

Green Sailing Unfolded: il progetto di Euroflora

Euroflora ha deciso di presentare alle Floralies un progetto che sapesse sia sposare il tema “Giochi di fiori” promosso dalla manifestazione sia essere una vera e propria anticipazione dell’edizione 2025 della rassegna genovese. Pertanto l’allestimento dell’area espositiva di 210 mq ha visto l’installazione di una struttura di legno e ferro impreziosita da elementi verdi che ne sono diventati parte integrante. Il titolo dell’opera è Green Sailing Unfolded, in omaggio proprio alle “vele verdi spiegate” che la caratterizzano.

Il progetto è stato pensato e realizzato dall’arch. Matteo Fraschini, che ispirandosi all’antica tecnica dell’Origami come processo creativo, ha scelto di interpretare il Gioco come procedimento trasformativo da figure semplici a strutture tridimensionali complesse, da oggetti di uso comune come semplici fogli di carta a opere d’arte uniche e irripetibili. L’Origami pensato dall’architetto per Euroflora prende ispirazione dalla barca di carta che tutti noi abbiamo costruito da piccoli come base per un’installazione verde di grande scala capace di mettere in relazione il piano orizzontale e verticale, superando le convenzioni e definendo nuove regole dello spazio.

L’Origami come metafora del “Gioco Serio”, rappresentazione di un valido strumento di apprendimento e di un efficiente mezzo di costruzione d’identità, ma anche anticipazione di uno dei Landmark della prossima edizione di Euroflora (come anticipato alla presentazione alla stampa dello scorso 3 aprile).

Come elementi verdi sono state utilizzate prevalentemente piante della flora mediterranea, erbacee perenni, tradescanzia, salvia da fiore, lantana, gaura nelle sfumature del rosa, bianco e viola a ricreare la spuma dell’incresparsi delle onde. Per le vele sono state impiegati pannelli di saedum e griglie di tillandsie.

 

Euroflora riceve il premio per la valorizzazione del tema “Jeux de Plantes”

Il progetto Green Sailing Unfolded è riuscito a interpretare pienamente il tema della manifestazione, ottenendo il secondo premio nel Concorso per la

Valorizzazione del tema “Jeux des plantes”. Le Giurie Internazionali, chiamate a esprimere le proprie preferenze, hanno riconosciuto all’istallazione di Euroflora 2025 la perfetta esecuzione e l’aderenza al tema generale della manifestazione. Tra le centinaia di espositori partecipanti, il progetto realizzato da Urges – in collaborazione con Porto Antico e Aster – è stato valutato positivamente per “l’estetica, l’armonia e la coerenza generale, la qualità e l’originalità dell’intero progetto, insieme alla qualità e l’originalità delle piante e dei materiali utilizzati.”

Il premio ricevuto in apertura delle Floralies rappresenta un motivo di orgoglio per tutto il team di lavoro, non poteva esserci motivazione migliore per portare avanti il progetto di Euroflora 2025!

 

Urges in trasferta alla Floralies 2  Urges in trasferta alle Floralies 1  Urges in trasferta alle Floralies 3

 

Pin It on Pinterest

Share This